Perché preferire Extravergine

Perché preferire Extravergine

 

perchè preferire extravergineCosa c’è di più comune sulle nostre tavole se non l’olio d’oliva? A crudo sull’insalata e usato per soffriggere l’aglio come base di un sugo e, perché no, anche per friggere, nella cucina italiana ha un ruolo di primo piano.

Eppure non si tratta di un alimento così semplice. Cosa differenzia un olio buono, da uno non buono? E perché preferire l’extravergine? E come mai sarebbe migliore dei più economici oli di semi?

Basta addentrarsi per gli scaffali di un qualsiasi supermercato per capire che la scelta non è facile: ci sono oli di tutti i prezzi e con le etichette più strane.

Per non parlare dell’eterno problema: ma l’olio toscano è davvero il migliore al mondo? E Qual è laperchè preferire Extravergine differenza fra quello ligure e quello siciliano? Per capirci qualcosa abbiamo deciso di scrivere questa guida. Sperando che sia per voi uno strumento utile e divertente.

Intendiamoci, l’olio d’oliva mantiene molte delle sue proprietà salutari anche nelle peggiori varianti “chimiche”, come l’olio di sansa d’oliva (che può essere utilizzato come alternativa all’olio di semi come grasso da frittura economico) che possiede alla fine anch’esso una percentuale molto alta di grassi monoinsaturi. Ma sappiamo tutti che le proprietà organolettiche di un extravergine di qualità sono superiori a quelli qualsiasi altro olio.

Ma cosa è un olio extravergine? Si tratta dell’olio prodotto da una spremitura meccanica, senza uso di solventi chimici, e senza particolari passaggi intermedi o lunghi tempi di attese. L’acidità raggiunge massimo l’0,8%.

L’olio vergine d’oliva, invece, pur essendo sempre risultante da procedura meccanica, ha proprietà organolettiche inferiori, un’acidità al 2% e un certo deterioramento della vitamina E. In questo senso, sempre meglio preferire l’extravergine al semplice vergine (anche per fattori semplicemente digestivi).

L’olio di sansa d’oliva, invece, nasce dall’unione di oli ottenuti dalla spremitura della sansa (il materiale di risulta dopo la spremitura delle olive) grazie a elementi chimici e a ulteriori trattamenti purificanti, e oli vergini. Ciò che nasce è un olio più acido di quello extravergine e con un gusto decisamente peggiore. In quanto derivato dagli scarti produttivi, però, si riesce a ottenerlo mediamente a prezzi molto più bassi.

Se trovate la scritto olio d’oliva, per lo più si tratta di un miscuglio di olio di sansa alimentare e olio vergine. La qualità può variare a seconda delle percentuali dell’uno e dell’altro.

Se non volete sbagliarvi ordinate qui l’olio extravergine di Oliva Menchetti e poi capirete la differenza.

 fonte GreenStyle

2 Responses to “Perché preferire Extravergine

  • il prezzo del olio al litro grezzo non filtratoper ordine re grazie

    • Ciao Carmine
      Sono Fabrizio mi occupo della distribuzione dell’Olio Menchetti e Ti ringrazio della richiesta.
      Il prezzo dell’Olio Extravergine di nostra produzione varia a seconda della confezione che desideri.
      In bottiglia costa euro 14,00 al litro in lattina da 5 litri euro 12,00 al litro, in entrambi casi vanno aggiunte le spese di spedizione che variano in base alla quantità richiesta.
      Attendo risposta in merito
      Grazie per la considerazione
      Fabrizio 331.7152029

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>